Cos’è il “cloud” e come si usa con la gestione remota dei dati?

Il termine Cloud si riferisce genericamente al mondo Internet, si riferisce nello specifico a come i servizi quali software, infrastrutture e processi di business possono essere forniti su richiesta via Internet.

Software as a Service (SaaS)

Un esempio di cloud computing è il SaaS.

Questo metodo consente di ospitare in remoto i dati utilizzando un software che non risiede sul pc.

I dati sono accessibili tramite internet utilizzando un browser web.

Questo modello di business consente di non dover acquistare il software e l’hardware del server ma solo l’utilizzo del sistema in relazione al volume dei dati memorizzati.

Il vantaggio principale consiste nel poter accedere in remoto ai dati, in qualsiasi momento, utilizzando il browser connesso ad internet.

Questo sistema permette di ridurre drasticamente i costi di hardware e manutenzioni fornendo immediatezza nella consultazione dei dati da qualsiasi posto e da qualsiasi terminale purché fornito di connessione internet.

Le richieste di uso del cloud computing per il monitoraggio remoto di apparecchiature e impianti industriali sono in continua crescita.

Sta diventando sempre più importante per i responsabili dei processi monitorare e gestire i macchinari al fine di aumentarne l’efficienza, ridurre i costi di manutenzione, monitorare costantemente gli impianti anche se geograficamente lontani.

Il sistema cloud offre la possibilità di “remotare” i dati sfruttando la rete internet in tutta sicurezza potendo così centralizzare i sistemi di più impianti.

  • Riduzione dei costi di Hardware

  • Immediatezza di consultazione dati

  • Aumento efficienza impianti

  • Riduzione costi intervento e manutenzione impianti

  • Gestione allarmi